Condividi

Ha fatto le visite mediche di rito, i colloqui con l’educatore, il direttore del carcere, il cappellano e, soprattutto, già nel suo primo giorno da detenuto ad Oristano, Cesare Battisti, ha visto il suo avvocato, Davide Steccanella, appena nominato. I due hanno parlato per un’ora, un lasso di tempo troppo breve per «giudicarlo umanamente – ha dichiarato il legale -. Non lo conoscevo, l’ho visto per la prima volta». Toccherà a lui, che in passato ha difeso anche Vallanzasca, capire quale strategia seguire di fronte a un ergastolo per quattro omicidi.

«La pena va scontata per intero», osserva il ministro della Pubblica amministrazione Giulia Bongiorno. «Da quello che filtra, ho capito che probabilmente ci sarà una problematica afferente lo stato di salute», aggiunge. E in parte è anche la Bongiorno penalista a parlare. «Ormai è tutto finito, ho 64 anni, sono malato, cambiato», avrebbe detto da parte sua Battisti, in queste prime ore di detenzione, stando a quanto riferisce l’ex parlamentare sardo Mauro Pili. E ancora: «Mi dite in quale parte del mondo mi trovo?».

Una frase indice di un certo spaesamento emerso già ieri, come raccontano gli uomini del Gom, il reparto speciale della polizia penitenziaria al comando di Mauro D’Amico, che ha preso in carico l’ex terrorista per portarlo nel carcere di Oristano. Nell’aereo diretto in Sardegna sono saliti quattro agenti della squadra del Gom – in tutto 10 unità – che ha gestito l’operazione. «Era stanco, spaesato, disorientato. Sull’aereo ha cercato di dormire senza riuscirci. Non ha parlato se non per chiedere più volte ‘dove mi state portando?’».

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteGenova, allarme bomba in comune: "Siamo le Br, liberate Cesare Battisti". Il Sindaco "ho da lavorare"
Prossimo articoloMarina Militare, morto il Maresciallo Gioacchino Verde. Forze Armate italiane in lutto