Condividi

Da La Nuova Sardegna – Lucio Filippeddu uccise uno studente sassarese sorpreso a rubare. In primo grado era stato assolto, ma la Corte d’appello ha ribaltato la sentenza

SASSARI. La corte d’Appello di Sassari ha condannato a 4 anni e due mesi di reclusione il benzinaio di Arzachena Lucio Filippeddu per l’omicidio preterintenzionale di un giovane sassarese sorpreso a rubare, la notte del 29 ottobre 2009, nel suo distributore.

La sentenza ribalta clamorosamente il giudizio di primo grado del settembre 2015 nel quale l’imprenditore arzachenese venne assolto, per l’omicidio preterintenzionale di Franco Muggiolu, uno studente universitario sassarese di 24 anni che, con un complice, era entrato nel bar della stazione di servizio.

Filippeddu aveva investito con il suo pick up il ladruncolo nel tentativo di fermarlo.

 

fonte – La Nuova Sardegna

Articolo precedenteIl magistrato si dimentica di lui e l’indagato sconta 78 giorni di arresti domiciliari in più
Prossimo articoloEquitalia: se sbaglia paga le spese. La sentenza