Condividi

Tragedia nella notte in una casa di Strona, un piccolo comune nella provincia di Biella, in Piemonte. Un bambino di cinque mesi è morto nella sua culla. È stata la mamma – come ricostruiscono i quotidiani locali – a trovarlo quando, preoccupata perché non si era svegliato come normalmente accadeva di notte, si è alzata dal letto per andare a controllare. Le urla disperate della donna (che poco prima aveva controllato il figlio e notato che dormiva tranquillo) si sono sentite fino in strada. In casa con la mamma c’era il nonno del bambino che sarebbe stato il primo a intervenire e tentare di rianimare il piccolo. Ci ha provato fino a quando non sono arrivati sul posto i soccorsi del 118, che hanno a loro volta tentato la manovra di rianimazione.

I TENTATIVI DEL 118

Nessuno ha potuto far nulla per aiutare il piccolo. I medici hanno quindi solo potuto constatarne il decesso del neonato. Non è chiaro che cosa abbia causato la morte del bambino, è possibile che sul corpo del neonato sia disposto un esame necroscopico. L’ipotesi è che possa trattarsi di un caso di Sids, Sudden Infant Death Syndrome, comunemente conosciuta come “morte in culla”. Un fenomeno tragico che non ha ancora una spiegazione scientifica chiara.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteTerremoto ad Albanella, provincia di Salerno: scossa di magnitudo 3
Prossimo articoloTragico incidente, morto un poliziotto: fatale la cintura di sicurezza