Condividi

Una brutta avventura per fortuna finita bene, grazie all’intervento di due agenti molto preparati. Questa storia a lieto fine risale allo scorso Luglio ed ha come protagonisti alcuni agenti della Polizia Stradale e una famiglia in difficoltà

Al centro della vicenda una famiglia veneziana diretta in Puglia per le vacanze estive e la loro bimba di appena due anni che ad un certo punto avrebbe accusato una grave crisi respiratoria, fino a diventare cianotica e a perdere conoscenza.

All’altezza del Km. 37, in direzione Bari, dunque, i genitori della piccola hanno avvistato una pattuglia della Polizia Stradale della dipendente Sottosezione di Avellino Ovest, ferma in emergenza per altro intervento operativo, chiedendo immediatamente aiuto.

Resisi conto della gravità della situazione hanno preavvertito l’ospedale “Moscati” e senza attendere l’arrivo dell’ambulanza, hanno scortato l’auto fino al pronto soccorso del nosocomio del capoluogo irpino. La bimba è stata sottoposta immediatamente a pratiche rianimatorie che hanno scongiurato il peggio.

L’iniziativa tenuta dagli agenti della Polizia Stradale ha consentito di scongiurare un tragico epilogo atteso che, da una prima anamnesi, la piccola è risultata essere affetta da crisi respiratoria con perdita di conoscenza e l’attesa di un’ambulanza avrebbe potuto essere fatale, soprattutto se si tiene conto che l’episodio è avvenuto in un contesto particolare qual è l’autostrada.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteL'Arma dei Carabinieri piange Emanuele: "non avrà strade nè piazze, ma per noi è un eroe"
Prossimo articoloScosse di terremoto da Rieti all'Irpinia, paura in strada e scuole evacuate.