Condividi

Bimba soffocata da una caramella: salvata dal carabiniere al telefono

Come sempre preparatissimi i nostri Carabinieri.

E’ di poche ore fa la notizia di una donna salvata da due Carabinieri intervenuti su un tentativo di suicidio, a Siena, dove due abili militari, temendo per la vita della donna che si era appena tagliata le vene di entrambi i polsi, hanno prontamente provveduto a fermare l’emoraggia usando le proprie cinture e stabilizzarla ancor prima che arrivassero i soccorsi del 118.

LEGGI ANCHE: Una mamma disperata si taglia le vene, ma i Carabinieri sono preparatissimi e la salvano

Oggi è invece la volta del Quartier del Piave a Pieve di Soligo (Treviso)

Al 112 di ieri, attorno alle 19.00, arriva una telefonata da una persona agitata, scovolta, una bimba sta male

E’ la sua mamma, che teme per la vita della sua bambina di 3 anni “Non respira, è cianotica, sembra non cosciente”

 

 

Il Carabiniere responsabile del 112 allora si mette in contatto con il 118, ma nel frattempo spiega alla mamma dall’altro capo del telefono come fare per disostruirle la gola e le manovre di disostruzione.

Alla fine riesce nell’intento, la mamma completa la manovra e la bimba riprende a respirare.

Quando giunge l’ambulanza la bimba sta già bene.

A salvare la piccola sono quindi state le preziose indicazioni fornite via telefono alla madre della bimba, da un appuntato della Compagnia di Vittorio Veneto.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteNadia Toffa, il mistero: quale male la ha colpita? Il dubbio del papà de Le Iene
Prossimo articoloBrennero, i poliziotti a -14° lavorano senza divise invernali