Condividi

Sgomento, dolore e incredulità nella scuola primaria di via del Concilio a Pescara dove andava Ludovica Filippone, la bambina di dieci anni, gettata ieri pomeriggio dal padre Fausto – poi suicidatosi in serata – dal viadotto Alento della A/14.

Poca voglia di parlare nel plesso dove questa mattina i suoi compagni di classe non sono a scuola. Per tutta la settimana sono state sospese le attività ricreative. La bandiera della scuola è a lutto. Lo riporta Il Gazzettino

 

 

“Ludovica – ricorda la dirigente scolastica Valeriana Lanaro – era una bimba splendida, brava e molto dolce. Aveva una predisposizione per le arti.

Questo è un momento molto particolare con il pensiero fisso degli amichetti di Ludovica che non la vedranno più che è oggi molto forte e intenso.

Parliamo di un dramma nel dramma con delle emozioni molto forti. Non conoscevo personalmente i genitori della bambina perché sono dirigente della scuola dallo scorso settembre, ma ho saputo di una famiglia molto attenta. I genitori seguivano Ludovica”.

 

 

“Era solare come tutti i bimbi della sua età. Era bravissima”, racconta Ludovica Rocco Masci, vicepreside dell’Istituto Comprensivo 8 di via del Concilio a Pescara.

“La conoscevo e sapevo che il prossimo anno avrebbe frequentato la scuola media Tinozzi e so che aveva chiesto di poter studiare il pianoforte o il clarinetto. Quindi, ho avuto modo di conoscerla nel corso delle prove attitudinali. Dal voto che ha preso sarebbe stata ammessa alla classe di clarinetto. Partecipava anche al coro della scuola”.

 

FOTO TRATTA DA IL CENTRO

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteLancia figlia da viadotto e si uccide: "Chi l'ha visto?" pubblica il video choc del salto nel vuoto di Filippone
Prossimo articoloTragedia tra le mura di casa: ammazza la moglie a fucilate. L'orrore scoperto dal figlio