Condividi

Bimbi dell’asilo e del nido picchiati e umiliati da 4 maestre e una bidella (Video)

Percosse e urla contro una ventina di bambini, anche molto piccoli, che frequentano una struttura privata con asilo nido e scuola materna nella provincia di Pordenone. Le indagate incastrate dalle telecamere nascoste.

Come racconta il Messaggero, che ha pubblicato anche il video dei Carabinieri, le maestre maltrattavano i bambini dell’asilo nido

E con questa accusa sono state allontanate da una scuola materna privata dai carabinieri della Compagnia di Pordenone.

Gli stessi militari dell’Arma hanno dato esecuzione infatti a due misure interdittive emesse dalla autorità giudiziaria nei confronti due maestre,

indagate per il reato di maltrattamento nei confronti dei minori loro affidati, in qualità di educatrici.

Leggi anche:  VIDEO: METTONO FORMAGGIO SCIOLTO SUL CIBO.

 

 

Alle due maestre è stato imposto il divieto di esercitare la professione in qualsiasi altro ente pubblico e privato.

Nel corso delle indagini sono state documentate una serie di violenze fisiche e intimidazioni operate ai danni di numerosi bambini in tenera età.

La struttura, scrive il Messaggero – è stata posta sotto sequestro dai carabinieri in esecuzione di decreto emesso dall’autorità giudiziaria. Le misure sono state eseguite nella mattina di oggi, sabato 3 marzo.

Le destinatarie delle misure interdittive sono due maestre di 46 anni e 20 anni, entrambe residenti nel Pordenonese. Oltre alle due maestre, sono indagate in concorso altre due insegnanti e un’inserviente.

 

Leggi anche:  VIDEO: Cammina con la nuova ragazza ed incontra la sua ex! Guardate come la difende!

 

Nel corso delle indagini, coordinate dalla Procura di Pordenone, sono state posizionate delle telecamere nell’asilo che hanno filmato una serie di violenze fisiche

e intimidazioni operate ai danni di circa 20 bambini in tenera età, i quali, secondo l’accusa, per futili motivi venivano fatti oggetto di percosse di vario genere,

anche sulla nuca e sul viso, talvolta facendo sbattere il volto dei piccoli sul tavolino, in altri casi afferrandoli e strattonandoli con forza,

o traumatizzandoli mediante sottoposizione a vari tipi di punizioni umilianti e lesive della dignità dei minori, accompagnate da grida e urla con il viso a pochi centimetri dal volto dei piccoli.

VIDEO

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteAgenti di Polizia Locale in borghese per sospendere chi usa il telefono in auto
Prossimo articoloLe schede elettorali di Camera e Senato: come si può votare (e cosa è vietato: pena 15mila euro di multa)