Condividi

Grazie ad una telecamera nascosta installata nell’aula della scuola dell’infanzia ‘Gianni Rodari’ di Milena (Caltanissetta) è stato scoperto l’ennesimo caso di botte, punizioni ed urla contro bimbi dai 3 ai 5 anni (3° caso in sei mesi), dopo quello di due giorni fa a Siena, ed è stata arrestata una maestra

Incastrata dalle telecamere installate all’interno dell’aula, una maestra 60enne di una scuola dell’infanzia di Milena, in provincia di Caltanissetta, è finita agli arresti domiciliari. Le indagini scattate dopo le segnalazioni da parte dei genitori che hanno denunciato ripetuti episodi di maltrattamenti.

Gli investigatori hanno installato una telecamera nascosta all’interno dell’aula scolastica che in breve tempo ha permesso di accertare che la maestra maltrattava i bambini con urla e atteggiamenti minacciosi, percosse, strattonamenti e punizioni di vario genere, tanto da creare un clima di terrore all’interno della classe. La 60enne è stata messa agli arresti domiciliari.

GUARDA IL VIDEO

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedente"Patente ritirata a chi parla al cellulare: è la principale causa di incidenti stradali"
Prossimo articoloMigranti, blitz nel ghetto con perquisizioni, sgomberi e ruspe. Matteo Salvini: "La pacchia è finita"