Bimbo strangolato, parla la compagna del padre: “Mi ha chiesto di confermare il suo alibi”

A “Pomeriggio Cinque” lʼintervista ad Anna la seconda donna di Nicola, il papà di Gabriel

Emergono nuovi particolari sulla morte di Gabriel. Dopo la madre del bimbo di due anni di Cassino, morto probabilmente per strangolamento, è stato arrestato anche Nicola Feroleto, il padre del piccolo. L’uomo, che ha una relazione con Donatella la donna incriminata, da 15 anni vive con Anna che aveva accettato la relazione di Nicola con l’altra compagna. “Quando scoprì che Donatella era incinta le chiese di abortire”, racconta Anna a “Pomeriggio Cinque”.

Del giorno del delitto la donna spiega: “Nicola mi ha chiamata dalla caserma per chiedermi di confermare il suo alibi e dire alle forze dell’ordine che all’ora della morte di Gabriel si trovava con me”. “Io non l’ho fatto – spiega Anna all’inviata della trasmissione – ho detto la verità”, e conclude: “Mi fa schifo”.

GUARDA L’INTERVISTA

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche