Condividi

Deceduto il bimbo di Casella, vittima dell’incendio della sua casa. Autorizzato l’espianto degli organi

GenovaQuotidiana – È morto al Gaslini Giuseppe Fraietta, il bimbo di 7 anni la cui casa è andata a fuoco stanotte a Casella. I familiari hanno autorizzato l’espianto degli organi. Il piccino non ce l’ha fatta a superare le difficoltà respiratorie determinate dal fumo dell’incendio e le ferite causate dalla caduta.

La maestre della scuola in cui frequentava la prima elementare sono state in ospedale da quando il bimbo è arrivato, portato da un’ambulanza del 118, mentre la madre è ricoverata nel reparto ustionati del Villa Scassi e il padre al San Martino per le ferite riportate nella caduta.

La notizia è rimasta riservata per qualche ora il tempo di avvertire il padre e la madre con le dovute cautele. Poi la notizia ha cominciato a girare su Facebook, nelle bacheche di alcuni conoscenti, e per quello abbiamo deciso di renderla nota. Viva impressione ha suscitato a Casella la morte del piccino. Affranti i genitori dei compagni di scuola. Proprio la scuola sta organizzando un sostegno psicologico per comunicare la notizia ai compagni nel modo migliore possibile.

Intanto su Facebook si sta diffondemdo un appello per raccogliere fondi a beneficio della famiglia. Carlo Fusco scrive:

oprattutto alla famiglia coinvolta.

 

RINGRAZIAMO GENOVA QUOTIDIANA PER L’AGGIORNAMENTO

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteAddio ad Arcangelo, il Carabiniere che ha conferito lustro all’Arma. Lascia moglie e figli
Prossimo articoloFacebook manda notifiche via SMS anche se non lo hai richiesto "Possibili costi aggiuntivi"