Condividi

Quattro maestre di una scuola materna ‘Montessori’ sono finite ai domiciliari in seguito ad un’ordinanza di custodia cautelare del Tribunale di Bari, eseguita dai Carabinieri del comando provinciale del capoluogo pugliese

In manette – racconta Leggo – sono finite una donna di 52 anni, originaria della provincia di Lecce, e tre donne di 63, 49 e 47 anni, originarie della provincia di Bari, che insegnavano in una scuola di Capurso.

Le quattro maestre sono ritenute responsabili di gravi maltrattamenti a carico dei propri alunni, bambini di appena tre anni.

I Carabinieri, coordinati dalla Procura della Repubblica di Bari, a seguito di un’accurata e specifica attività di indagine, hanno accertato e verificato che le quattro maestre, sia autonomamente che talora in concorso,

nell’anno scolastico 2017/2018 hanno maltrattato, sottomesso, e mortificato i bambini a loro affidati per cura ed educazione, assumendo comportamenti vessatori e violenti nei loro confronti.

Le ‘punizioni’ – racconta l’articolo – consistevano nell’imporre ai bambini a rimanere in un angolo della classe con il volto rivolto verso il muro, a volte con le mani dietro la schiena, per periodi prolungati.

Le maestre minacciavano inoltre i bambini, intimorendoli che sarebbero stati legati con la corda, che sarebbero stati picchiati, che sarebbero stati portati in caserma dai Carabinieri dove un cane gli avrebbe dato un morso.

I bambini erano inoltre mortificati platealmente, ed offesi con frasi come «monelli, cattivi, scostumati, maleducati, monellacci di strada, rimbambiti, pappamolli».

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteDesirée, venduta agli spacciatori da una amica per una dose di eroina: "era in piena dipendenza"
Prossimo articoloBanconote false, arrestato l'artista della contraffazione: stampava 100000 euro in una notte