Condividi

I Carabinieri hanno tratto in arresto una donna, romena senza fissa dimora e incinta, a causa di un furto in abitazione. L’episodio è raccontato da IlGazzettino, in un articolo a firma di Vittorino Bernardi. “Una rumena 36enne senza fissa dimora, M.D. in stato di gravidanza al quarto mese, nel pomeriggio di ieri 8 marzo è stata arrestata in flagranza di reato per furto in abitazione. La stazione dei carabinieri di Rosà ha ricevuto una telefonata da parte di parte di una donna di Rossano, che spaventata al riento a casa ha notato l’ingresso non chiuso come lo aveva lasciato, ma socchiuso. Nel timore di entrare nella propria casa e affrontare possibli ladri ha chiamato il 112. In un paio di minuti la donna è stata raggiunta da una pattuglia.

Entrati nell’appartamento i militari del capitano Adriano Fabio Castellari hanno sorpreso a rovistare in casa della vittima una donna, dotata di uno zaino colmo di refurtiva: una pistola semiautomatica con munizioni (regolarmente detenuta), coltelli, orologi e monili di pregio per oltre 9mila euro di valore. Al momento dell’arresto la donna ha dichiarato di essere incinta di quattro mesi. È stata così accompagnata all’ospedale di Bassano per un controllo che ha certificato uno stato di gravidanza oltre la ventesima settimana. Il pm di turno ha concordato l’arresto della donna, trattenuta però all’interno del reparto di Ginecologia e Ostetricia in attesa del rito direttissimo previsto per oggi.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedentePensionata di 80 anni ruba un pezzo di formaggio al supermercato: denunciata. L'azienda "non era indigente"
Prossimo articoloLutto in questura a Pisa: morto l'agente Raffaele Di Terlizzi, salvò 15 persone da un incendio portandole via in spalla

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.