Condividi

Il loro treno ha subito una catena di ritardi e loro, trovatesi in strada a tarda ora, hanno subito un tentativo di violenza sessuale finito, per fortuna, solo con tanto spavento per le due ragazze e con l’arresto dello straniero violento che ha cercato di abusare di loro.

La vicenda è stata seguita dai carabinieri del nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Brescia con l’arresto messo a segno sabato notte ai danni di un 26enne senegalese, irregolare in Italia.

Le ragazze erano rientrate tardi in città a causa dei detti ritatrdi, prese le loro biciclette come consuetudine, per spostarsi sono state affrontate da un uomo con una scusa, africano, da intenzioni tutt’altro che buone. A lui, dopo la richiesta, avevano persino offerto l’intero pacchetto di sigarette pur di farlo andar via.

Il senegalese ha però rifiutato il dono, tentando di afferrare una delle due ragazze, palpelggiandole anche il seno facendo partire una vera e propria colluttazione. E’ stata l’amica, chiamando il 112, a far scappare il senegalese.

I Carabinieri hanno raccolto l’accurata descrizione del 26enne e si sono messi alla sua ricerca: l’africano è stato rintracciato in una manciata di minuti e per lui sono scattate le manette ai polsi.

Le giovani sono state visitate in ospedale. Riscontrate diverse ferite. Poi, accompagnate in caserma, hanno riconosciuto l’aggressore arrestato poco prima.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMigranti, associazione sotto accusa per truffa: blitz della Guardia di Finanza. Milioni di euro di illeciti
Prossimo articoloIl figlio è malato, i colleghi gli regalano sei mesi delle loro ferie