Bruno Paoli, il poliziotto vittima del gravissimo incidente sugli sci non ce l’ha fatta

Bruno Paoli, il poliziotto vittima del gravissimo incidente sugli sci non ce l’ha fatta

TRENTO. Bruno Paoli, il poliziotto di Sant’Orsola che sabato scorso era rimasto vittima di un brutto incidente sugli sci sulla Panarotta, non ce l’ha fatta: è morto nella giornata di ieri.

La famiglia ha deciso di donare gli organi

A darne notizia è il quotidiano IlDolomiti.

Vittima di un brutto incidente sugli sci, Bruno Paoli stava percorrendo una strada di collegamento fra Malga Granda e la pista quando nel percorrere la via con un tratto in leggera pendenza ha perso l’equilibrio cadendo in una scarpata e precipitando per circa 5 metri

 

 

Paoli è finito a sbattere violentemente contro alcune rocce perdendo i sensi. Erano circa le 12 ed il poliziotto era in comapgnia dei due figli.

A dare l’allarme è stato proprio uno di loro: il figlio di 13 anni – riporta il quotidiano – ha visto il padre cadere e perdere conoscenza.

Sul posto è giunto l’elisoccorso e l’uomo è stato portato al Santa Chiara d’urgenza con un grave trauma cranico.

All’arrivo all’ospedale è stato eseguito un intervento chirurgico e poi Paoli è stato portato in rianimazione.

 

 

Purtroppo con il passare dei giorni le condizioni dell’uomo sono peggiorate.
Dopo due giorni le speranze sono cessate e ora qualcun altro vivrà grazie alle donazioni.

Bruno Paoli si è spento nelle scorse ore: in polizia dal 1989, lascia la moglie e tre figli: Enrico, Chiara e Alessio di 13, 8 e 4 anni

Stradalino DOC, aveva prestato servizio anche sulle piste da sci di Pampeago.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche