Condividi

Gravissima tragedia in Portogallo sull’isola di Madeira, nell’Oceano Atlantico: un bus turistico si è ribaltato ed è precipitato da una scogliera sopra una casa. A bordo del mezzo, riferisce il Correio da Manha, viaggiavano 57 passeggeri, turisti tedeschi: le vittime del disastro sarebbero almeno 28, 11 uomini e 17 donne. Secondo una prima ricostruzione, riferisce il Diario de Noticias de Madeira, l’autista del bus, diretto da Santa Cruz verso Funchal, avrebbe perso il controllo del mezzo precipitando poi dalla scogliera, lo riporta il quotidiano Leggo

Le foto diffuse dai media mostrano un pullman che sembra aver rotto il parapetto di una stradina stretta finendo contro una villetta, più in basso. Secondo il giornale portoghese Correio de Manha, delle 57 persone a bordo, 37 sono state estratte e, oltre ai 28 morti, vi sono molti feriti, di cui non si conoscono le condizioni. L’incidente è avvenuto alle 18.39 locali (le 19.30 italiane) sulla costa sud dell’isola.

Sul posto sono accorse diverse ambulanze. L’isola di Madeira è quella dove è nato 34 anni fa il campione di calcio Cristiano Ronaldo, attualmente nella Juventus. I vigili del fuoco, riferisce l’agenzia Lusa, hanno confermato la presenza di feriti ma non hanno fornito cifre. Secondo le ricostruzioni, l’autobus sarebbe precipitato mentre viaggiava lungo una scogliera nell’area della località di Canico. Le operazioni di soccorso coinvolgono in totale 19 mezzi. Il presidente del Portogallo, Marcelo Rebelo de Sousa, volerà a Madeira dopo il disastroso incidente.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteScippa una donna al supermercato, lo blocca un nigeriano che si trovava sulla porta
Prossimo articoloBimbo di due anni morto in strada: giallo sulle cause. "La mamma diceva: 'me l'hanno investito'"

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.