Condividi
Ousseynou Sy ha rinunciato al processo con rito abbreviato che prevede lo sconto di un terzo della pena in caso di condanna

Ha scelto di non essere processato con il rito abbreviato e quindi ha rinunciato allo sconto di un terzo della pena in caso di condanna, Ousseynou Sy, l’autista che il 20 marzo scorso ha tenuto in ostaggio 50 bambini, due insegnanti e una bidella e ha dato fuoco al bus, a San Donato Milanese.

L’uomo, accusato di strage aggravata dalle finalità terroristiche e sequestro di persona aggravato, rischia così oltre 20 anni di carcere.

Il processo inizierà il 18 settembre davanti alla Corte d’Assise di Milano.

LEGGI ANCHE: Chi è Ousseynou Sy, l’autista del bus in fiamme
LEGGI ANCHE: Attimi di paura per Ousseynou Sy, la legge del carcere non perdona: l’ira dei detenuti contro il sequestratore
LEGGI ANCHE: Ringraziamenti da tutta l’Italia: nella notte la scritta “Grazie Carabinieri” a caratteri cubitali

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMassacrato di botte dopo un incidente: muore in ambulanza
Prossimo articoloVittoria, un Suv ha travolto due bambini. Uno è morto, l'altro rischia di perdere le gambe

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.