Busta paga Forze Armate e Forze dell’Ordine marzo 2017: ancora trattenute pazze. Che vergogna

Ancora polemiche per la busta paga di marzo 2017 delle forze dell’ordine. Ancora trattenute pazze, incomprensibili e nessuno che sappia dare una spiegazione.

Polizia, Carabinieri e altre forze armate vengono così nuovamente umiliate da uno Stato che forse è meglio non definire per evitare di essere scurrili. Busta paga di marzo 2017 ricca di delusioni quindi: non solo non è stato reintrodotto il bonus di 80 euro per le forze armate ma addirittura sono state operate delle trattenute fiscali senza alcun senso logico né giuridico. E adesso le autorità ci devono spiegare cosa sia successo.

E pensare che proprio pochi giorni fa era arrivata addirittura la conferma ufficiale del bonus 80 euro in busta paga per le forze dell’ordine. La comunicazione ufficiale è arrivata nella giornata di mercoledì 8 marzo, con la notizia che il consenso per il bonus degli 80 euro alla Polizia e alle Forze dell’Ordine era stato approvato anche dalla Ragioneria di Stato. Nel dettaglio, per la conferma del bonus 80 euro per il 2017 la Ragioneria ha bollinato 980 milioni di euro.

Busta paga forze armate polizia carabinieri marzo 2017 trattenute pazze: cosa sta succedendo?
Busta paga marzo 2017 ancora con trattenute fiscali pazzesche: si arriva a buste paghe con stipendi lordi di 2.300,00 euro che arrivano a 1.150,00 euro!

Una cosa vergognosa: invitiamo quindi i sindacati delle forze armate, polizia, carabinieri e quant’altro a denunciare questa situazione ed ottenere le spiegazioni del caso. Ma che vergogna: le forze dell’ordine che rischiano la loro vita per noi non possono essere umiliate in questo modo. Adesso basta.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche