Condividi

Non potrà più avvicinarsi alla compagna il 50enne di Busto, disoccupato e pregiudicato, che ha per anni vessato la compagna per avere soldi.

Alle prime ore di oggi, giovedì 14 febbraio, i carabinieri della stazione di Busto Arsizio hanno dato esecuzione al provvedimento cautelare personale del “divieto di avvicinamento alla parte offesa” e contestuale allontanamento dalla casa familiare nei confronti dell’uomo.

I FATTI 

Il provvedimento, emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del tribunale di Busto Arsizio, ha accolto integralmente gli esiti dell’attivita’ di indagine svolta dai carabinieri della stazione di Busto Arsizio a seguito della denuncia presentata dalla moglie convivente, coetanea dell’uomo, che ha trovato la forza di raccontare anni di maltrattamenti, persistenti, aggravatisi nell’ultimo quinquennio durante il quale l’uomo (pregiudicato per reati connessi agli stupefacenti ed alla guida in stato di ebbrezza) ha iniziato anche a chiedere con violenza denaro alla donna, da utilizzare per “svaghi” personali. In caso di rifiuto di consegna del denaro, erano insulti, percosse, ingiurie, mobili e suppellettili distrutti.

Estorsioni e maltrattamenti in famiglia i reati contestati all’uomo.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteFiorenzuola, spacciavano nei pressi di parchi giochi: 6 gli arresti
Prossimo articoloPerù, scompare bambina di un anno e mezzo: ritrovata morta, stuprata e torturata