Ecco i “Cacciatori di Sicilia”: cosa fa il super reparto dei Carabinieri con il basco rosso

Atletici, imponenti e con il basco rosso: si riconoscono subito i Carabinieri Cacciatori

E’ nato a Maggio lo squadrone eliportato “Cacciatori Sicilia”, per l’occasione venne fatta una grande cerimonia a Sigonella, alla presenza del ministro della Difesa,

Roberta Pinotti, del ministro dell’Interno Marco Minniti, del capo di Stato Maggiore della Difesa, il g enerale Claudio Graziano e del comandante generale dell’Arma dei Carabinieri, il generale Tullio Del Sette.

 

I nostri Carabinieri, forti delle esperienze in Calabria e Sardegna dove i reparti dei cacciatori perlustrano Barbagia e Aspromonte, hanno deciso di istituire un analogo squadrone in Sicilia ad oggi dislocato all’interno della base aerea militare

In questi mesi lo squadrone ha avuto il compito di battere i territori più impervi dell’isola in cerca dei grandi latitanti di Cosa Nostra e per la prevenzione e repressione dei reati in aree rurali.

Lo squadrone è composto da 60 unità si suddivide in due plotoni “Cacciatori” composti da 5 squadriglie da 6 unità ciascuno.

 

 

“Considero molto importante la costituzione dello squadrone “Cacciatori Sicilia”, che insieme con gli altri due squadroni, Calabria e Sardegna, costituiscono oggi una spina dorsale molto importante del principio di proiettabilità”

e ancora “l’idea di usare le truppe d’élite per quanto riguarda l’elemento fondamentale della sicurezza nazionale” dichiarò il ministro Minniti durante i cerimoniali.

LUNGA VITA AI CARABINIERI!

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche