Condividi

Hanno salvato la vita a una donna che ieri all’alba stava annegando nel Naviglio. Ancora un gesto eroico dei carabinieri raccontato dal Giornale. Stavolta si tratta dei militari della stazione di Trezzano sul Naviglio che appartengono alla compagnia di Corsico guidata dal capitano Pasquale Puca, aiutati dall’intervento fondamentale dei vigili del fuoco.

I militari sono arrivati in via Vittorio Veneto dopo la segnalazione di una guardia giurata che aveva notato quella poveretta finita in acqua che annaspava inutilmente per raggiungere la riva. L’uomo aveva cercato in ogni modo di aiutarla, purtroppo senza riuscirci, così aveva chiamato i soccorsi. Una volta sul posto e davanti a quella scena due carabinieri non hanno esitato a buttarsi in acqua e sono riusciti a salvare la vita alla giovane donna che altrimenti sarebbe annegata. Si scoprirà dopo che quella scivolata in acqua è una ragazza di 28 anni di origine russa e che era finita nel Naviglio cadendo dal ponte poco lontano mentre era in preda a una sbornia coi fiocchi.

Leggi anche:  Ecco i "Cacciatori di Sicilia" il super reparto dei Carabinieri con il basco rosso

Una volta portata a riva la ragazza è stata soccorsa dai sanitari del 118, ma si sentiva bene, così ha preferito essere riaccompagnata a casa anziché farsi portare in ospedale in ambulanza per farsi controllare.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteDopo i "falchi" le auto civetta per multare chi guida con il telefono e senza cintura
Prossimo articoloL'Arma vieta l'uso degli smartphone ai Carabinieri in servizio

1 commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.