Condividi

Ignobile quanto accaduto in Calabria: un uomo, qualificandosi come appartenente alla Polizia di Stato di Taurianova e utilizzando un falso profilo sul social network “Instagram”, nel quale utilizzava foto di modelli per attirare l’attenzione, ha intrattenuto conversazioni amichevoli con le vittime per poi indurle a consegnargli del denaro o preziosi, dietro false promesse, ovvero costringerle attraverso minacce.

In particolare, un’insegnante precaria è stata contattata sul social network dall’uomo, che si è offerto di aiutarla ad ottenere l’assunzione come insegnante di ruolo in cambio di 600 euro, a suo dire necessarie per remunerare il pubblico ufficiale che avrebbe facilitato l’assunzione a tempo indeterminato.
La donna, inizialmente convinta della proposta, non ha alla fine consegnato il denaro richiesto, nonostante le numerose insistenze, e ha denunciato i fatti ai carabinieri che così sono riusciti ad identificare il responsabile.

Altra vittima sempre su Instagram, ha contattato un’altra donna, bracciante agricola, intrattenendo con lei amichevoli e confidenziali conversazioni durante le quali è riuscito ad appropriarsi di alcune foto intime. L’uomo, minacciando la vittima di mostrare le immagini al marito, l’ha costretta a consegnargli, in tre diverse occasioni, molti gioielli in oro per un valore complessivo di circa 10.000 euro.

I carabinieri della Compagnia di Taurianova hanno arrestato un uomo di 35 anni ritenuto responsabile di estorsione, millantato credito e violenza privata.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteCartelle esattoriali: proposta la cancellazione delle cartelle inferiori a 100 mila euro
Prossimo articoloVicenza, imponente dispiegamento di forze di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza per garantire la sicurezza