Condividi

Due cittadini tunisini di 33 e 35 anni sono stati fermati nelle scorse ore dai Carabinieri, accusati di rapina ai danni di un disabile

Roma – I due, entrambi senza dimora, sono accusati di essere autori di una grave aggressione a calci e pugni ai danni di un disabile 60enne, di origine marocchina.

L’aggressione sarebbe avvenuta a scopo di rapina, la vittima un 60enne invalido al 100 per cento.

I carabinieri sono intervenuti su segnalazione della vittima ai Carabinieri i quali si sono immediatamente attivati nelle ricerche dei malviventi.

Dopo aver acquisito tutte le informazioni necessarie all’identificazione, la descrizione e le vie di fuga percorse, nel giro di poco i militari sono riusciti a rintracciarli in una via vicina.

Dopo una perquisizione i militari hanno anche recuperato l’intera refurtiva che è stata poi riconsegnata alla vittima. Dopo l’arrestato i due sono stati condotti in caserma e su disposizione dell’autorità giudiziaria, portati presso il carcere di Regina Coeli.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMilano, esce di strada un pullman con molti bambini a bordo: sette feriti lievi
Prossimo articoloIl super poliziotto: "capire se Silvia Romano è ancora viva"