Condividi

L’estate è finita, le giornate si accorciano sempre di più, il bel tempo è agli sgoccioli e mancano pochi giorni al passaggio dall’ora legale all’ora solare, che ci farà piombare direttamente nell’inverno 2019.

Come sappiamo, però, nei mesi scorsi si è infatti parlato di una proposta di abolizione del cambio dell’ora, promossa dai Paesi del Nord Europa.

LA PROPOSTA DI ABOLIZIONE

La Commissione europea ha deliberato che spetta ai singoli Paesi, entro il 2021, scegliere quale fuso orario adottare.

La Commissione Europea ha dato seguito alla proposta di abolizione dell’ora legale formulata dopo una consultazione pubblica avvenuta tra luglio e agosto 2018, in cui i sostenitori della proposta (che ritengono che lo spostamento delle lancette provocherebbe un danno alla salute) hanno avuto la meglio con l’84% dei voti.

Va detto che a questa consultazione hanno partecipato in larga parte i cittadini dei paesi del nord Europa (a cui non giova l’ora legale) e che ad oggi non ci sono studi scientifici che dimostrino questo supposto danno per la salute.

Sull’altro lato della bilancia, invece, non bisogna dimenticare un notevole risparmio energetico portato (in alcuni paesi dell’unione) dall’ora legale, grazie all’aumento delle ore di luce.

IL CAMBIO D’ORA NEL 2019

Alle 03:00 di notte tra sabato 26 ottobre 2019 e domenica 27 ottobre dovremo spostare le lancette dell’orologio indietro di un’ora (le 03:00 diventeranno le 02:00). Quindi dormiremo un’ora in più. Termina così l‘ora legale e inizia quella solare, che ci accompagnerà fino a domenica 31 marzo 2019.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMorto Sergio Mascheroni, ex preparatore del Milan di Ancelotti: "Incidente durante battuta di caccia"
Prossimo articoloMorto Giorgio Squinzi, ex presidente di Confindustria

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.