Condividi

Secondo il direttore della sanità pubblica provinciale Horacio Arruda “con il cambiamento climatico, le ondate di calore saranno più frequenti e dovremo adattarci”. Intanto cresce lʼallarme smog

Una ondata di caldo eccezionale nella parte meridionale della provincia canadese del Quebec ha causato nell’ultima settimana la morte di 54 persone, di età fra i 50 e gli 85 anni.

Lo rendono noto le autorità locali, precisando che sarà il medico legale ad accertare se i decessi sono legati al caldo. Da venerdì della scorsa settimana il Quebec registra temperature che raggiungono i 35 gradi centigradi, con un’alta umidità e, nell’ultimo giorno, un’allarme smog.

Leggi anche:  Usa, ex studente spara in una scuola: poliziotto sventa strage

Qualche giorno fa a Montreal il termometro ha toccato i 34 gradi, un record, ma a causa dell’umidità le temperature percepita era attorno ai 45 gradi.

Secondo il direttore della sanità pubblica provinciale Horacio Arruda “con il cambiamento climatico, le ondate di calore saranno più frequenti e dovremo adattarci”.

Le previsioni dovrebbero migliorare lievemente, ma Arruda ha detto che il bilancio delle vittime potrebbe continuare a salire nei prossimi giorni, man mano che arriveranno i dati degli operatori sanitari locali.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedentePedopornografia, il peggiore dei reati: maresciallo arrestato dai colleghi resta in carcere
Prossimo articoloCaso listeria: Lidl e Findus ritirano alcuni surgelati. Ma l'allerta è per tutta Europa: altri marchi coinvolti