Condividi

paoloflores
“Tre volti diversi e con provenienze eterogenee, accomunati dal forte legame col renzismo”. Così MicroMega presenta il suo prossimo numero che ha per pezzo forte la “invotabilità” dei tre candidati sindaci del Pd a Torino, Milano e Roma.Più che sull’analisi del percorso politico di Fassino, Sala e Giachetti, può essere utile soffermarsi sul comune capo di imputazione addebitato loro dalla rivista di Paolo Flores, laddove il “renzismo” viene utilizzato come categoria a metà fra il politico e il criminale. Sono “invotabili” perché legati. Alla ’ndrangheta? Alle multinazionali ? No, al renzismo. Sono ognuno a suo modo “renziani”, questo il problema. La aggettivazione di un cognome promosso a categoria politica non sempre è termine lusinghiero. “Renziano” per esempio è declinato oggi come in passato “craxiano”e prima ancora “titino” e poi “saragattiano” o prima ancora “trotzkysta”. Insomma certe aggettivazioni hanno una storia. E proprio Paolo Flores ne conosce meglio di altri le nefandezze.

Roma, 13 marzo 2016

fonte IlFoglio

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteRenzi a Parigi,cultura contro terrorismo
Prossimo articolo“L'Europa non finirà come Pompei, diventerà un parco giochi”. Parla lo storico Laqueur