Capitano Ultimo: ripristinata la scorta. “Chi serve lo Stato deve essere protetto”

Il Consiglio di Stato ha ripristinato la scorta al Capitano Ultimo.

Ha infatti sospeso l’esecutività della pronuncia del Tar che revocava la scorta a Sergio De Caprio, considerato che “deve essere garantito” un livello di protezione all’uomo che arrestò Totò Riina.

Tutto questo fino alla discussione collegiale fissata per il 20 febbraio 2020.

La soddisfazione di Ultimo è stata espressa in alcune dichiarazioni come: “Chi serve lo Stato deve essere difeso” e ancora: “Grazie a chi mi ha sostenuto.

Ho sempre confidato nella magistratura e la decisione di oggi mi conferma che ho fatto bene”, ha detto Sergio De Caprio, commentando, in una dichiarazione affidata al suo legale Antonino Galletti, la pronuncia del Consiglio di Stato.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche