Condividi

Milano – E’ stato vittima di un incidente e le sue condizioni sono apparse immediatamente gravi e cosi non si è più svegliato. I colleghi , gli amici e i famigliari hanno sperato per giorni e ore e adesso, alla notizia più brutta, si sono riversati sui social per ricordarlo.

Un passo indietro: sono circa le 13 dello scorso Venerdì a Milano quando in una corsia di Viale Cassola avviene un gravissimo incidente: il ferito è un carabiniere 37enne in servizio presso le API, aliquote di primo intervento. Il militare stava rientrando a casa dopo un turno di lavoro a bordo della propria moto. Secondo la ricostruzione, il Carabiniere ha perso il controllo del mezzo ed è caduto a terra, urtando contro un semaforo. Nello schianto, il Carabiniere ha perso il casco ed ha sbattuto la testa. Trasportato immediatamente al Policlinico, le sue condizioni sono risultate subito disperate.

L’aggiornamento, purtroppo , è è arrivato nelle scorse ore dalle pagine facebook di “Puntato”, che così ha annunciato l’evento

“T VOGLIO RICORDARE COSÌ…. 10 anni di servizi assieme, pattuglie, scorte, risate arresti…. In 10 anni hai SEMPRE avuto il volto sorridente, eri un mattacchione, ogni volta ci avvicinavi come se dovessi dirci qualcosa di importante e ancora prima che parlavi ridevi….E noi ogni volta ti ascoltavamo
Con interesse e curiosità per poi scoprire gia dalle tue risate che era l’ennesima battuta che solo tu potevi fare, che solo tu potevi dire! Abbiamo sperato SINO ALL’ULTIMO che il tuo corpo Possente che la tua voglia di vivere che il tuo voler ridere ti tenesse in vita… sperando che ci stavi solo giocando il tuo ennesimo scherzo..
Abbiamo sperato di vederti li assieme a noi, mentre tutti uniti ci raccontavamo di che razza di grande Amico eri. Abbiamo ascoltato la tua voce su whatsapp abbiamo ricordato alcuni tuoi momenti dove in particolar modo ci facevi ridere TUTTI Assieme…
Cosi ti ricorderemo. Un sorridente Uomo che non ha mai fatto vedere al lavoro a nessuno il viso triste, che riusciva a prendere la vita con Serenità’ Leggerezza e Tanta Gioia…
Cosi’ ti ricorderemo, quanto ti brillavano gli occhi quando parlavi di moto, di motori, e noi che tutti non capivamo quella tua passione quel tuo grande amore, secondo solo alla tua famiglia… ANGELO SEI NEI NOSTRI CUORI E SARA’ IMPOSSIBILE PER NOI DIMENTICARTI PERCHE’ ERI PARTE FONDAMENTALE DEI NOSTRI MOMENTI FELICI AL LAVORO! Ora da lassù veglia su tutti noi….”

 

“Ieri quando l ho saputo mi si è spezzato il cuore – ha scritto un utente tra i commenti al post di Puntato  – ti ricordo quando venivi da mio fratello con il vostro amico di sempre…un ragazzo sempre col sorriso sulle labbra, un ragazzo educato e pieno di gioia. Rip Angelo, vola tra gli Angeli e anni cura della tua famiglia”

e aggiunge subito un altro:”Due ore prima che succedesse quel brutto incidente era con me in officina a parlare della sua macchina , a chiedere consigli …. poss0 solo dire che era un ragazzo molto educato . Proteggi tutta la tua famiglia”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedente"Credevamo fosse morto" parlano i Carabinieri eroi che hanno salvato il bimbo di 5 anni che la mamma voleva uccidere
Prossimo articolo2.646 agenti picchiati, più di 7 al giorno, una ogni 3 ore e mezzo: "in aumento aggressioni da parte di stranieri"

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.