Condividi

Bagno fuori stagione nel fiume Serio. Carabiniere si lancia nel fiume e arresta un ladro

Si è lanciato nel fiume
È successo a Mozzanica (Bg).

Inseguito dal comandante della caserma di Romano, alla fine è stato bloccato e fermato.

Compie una duplice rapina, prima a una donna e poi a una banca, poi una volta intercettato dai Carabinieri scappa. O almeno ci prova. E nel farlo, si lancia nel fiume.

Protagonista della vicenda un 46enne italiano, ma gli è andata male.

E proprio con un gelido bagno si è concluso anche per un Carabiniere di Romano il folle servizio all’inseguimento del rapinatore, sulle cui tracce c’erano anche i colleghi delle compagnie Treviglio e Crema.

 

 

Il 46enne, già noto per diversi reati specifici, è stato arrestato con l’accusa della doppia rapina, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni.

Il 46 enne infatti, non contento del caos già ottenuto, al fermo dei militari si è scatenato dando il via a una colluttazione per cui due Carabinieri hanno in seguito dovuto ricorrere a cure in pronto soccorso.

A fare il ‘bagno’ invece è stato il Maresciallo Riccardo Rosati, comandante della stazione dei carabinieri di Romano
Un servizio gelido, non osiamo immaginare.

Ma i Carabinieri fanno questo ed altro

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedentePediatria, rubati i regali dei bambini ricoverati: gara di soliadrietà per ricomprarli
Prossimo articolo"Nelle feste vietato dare cibo ai senzatetto": arrivano le multe per i clochard e chi vuole aiutarli