Carabiniere uccide la moglie con la pistola d’ordinanza e si suicida, il Gip archivia indagine

Uccise la moglie Rosanna Siciliano, con la pistola d’ordinanza e poi usò la stessa arma per suicidarsi lasciando senza genitori le figlie che oggi hanno 19 e 13 anni.

Si tratta di un Carabiniere, Rinaldo D’Alba. La vicenda risale al Maggio del 2012.

Palermo – Il comandante del della stazione, dopo che la vittima aveva raccontato delle violenze aveva spostato il militare in un alloggio.

L’esposto era stato presentato dalla sorella della vittima, spiega il sito blogSicilia ”si era rivolta alle forze dell’ordine prima di essere uccisa e aveva segnalato e denunciato l’ex marito raccontando ai carabinieri che lui la minacciava, anche davanti alle figlie, che era violento, che la picchiava e le urlava contro”.

Il gip di Palermo, su richiesta dl pm ha archiviato l’indagine che riguardava, come spiega ancora il sito, possibili omissioni da parte della catena di comando

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche