Carabiniere ucciso, Scalfarotto in visita nel carcere dei presunti killer: l’ira di Salvini “Non ho parole”

Per la cronaca, proprio il ragazzo bendato alle domande di Scalfarotto ha risposto così: “Va tutto bene, il peggio è passato”. Scalfarotto dopo al sua “ispezione” ha affermato che i due detenuti “sono trattati con professionalità e in maniera umana. Circostanza questa confermata anche dal padre del presunto killer, Elder Lee: “Io e mia moglie, dopo aver visto la foto di Hjorth bendato, abbiamo temuto per la sorte di nostro figlio. Ma siamo stati rassicurati sul fatto che non ha subito alcun maltrattamento”. E proprio il padre di Elder è atterrato in mattinata all’aeroporto di Fiumicino a Roma: poi il lungo tragitto verso il carcere dove ha chiesto di poter incontrare suo figlio.

Intanto sul fronte delle indagine arriva la mossa della difesa del presunto assassino, l’avvocato Renato Borzone che ha messo in dubbio la ricostruzione fornita dall’accusa su quanto accaduto: “Riteniamo che questo processo debba essere celebrato in tribunale e non sulla stampa. Abbiamo assunto la difesa da 12 ore e stiamo cercando di ricostruire tutti i passaggi di una vicenda che presenta ancora aspetti poco chiari. In particolare mi riferisco alla dinamica dei fatti nella loro fase finale: non mi risulta che la colluttazione sia avvenuta nei termini rappresentati dalle fonti investigative”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche