Condividi

Scoprono un lavoratore in nero, parrucchiera cerca di corrompere i carabinieri
La donna ha offerto 50 euro ai militari perché non prendessero provvedimenti: è stata arrestata

Dopo essere stata scoperta perché aveva un lavoratore in nero nel suo negozio, ha tentato di corrompere i carabinieri con denaro, ma senza successo ed è stata arrestata. E’ successo a Melegnano, nell’hinterland sud-est di Milano.

I carabinieri si erano recati nel salone di parrucchiera per effettuare i controlli di rito, ed hanno scoperto il marocchino, irregolare in Italia e lavoratore in nero nel negozio. Alla richiesta di spiegazioni, la titolare (una connazionale di 35 anni) ha “allungato” una banconota da cinquanta euro ai militari cercando di comprare così il loro silenzio ma senza successo.

Anzi, la 35enne è stata arrestata (e posta ai domiciliari) per istigazione alla corruzione.

MilanoToday

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteLa Svizzera chiude le frontiere di notte contro "i ladri italiani che vengono a rubare"
Prossimo articoloLas Vegas, il rapinatore fa irruzione in negozio e viene ucciso a colpi di pistola dal proprietario