Carlo Conti: “Vorrei essere ovunque, ma non qui”

Carlo Conti e il ritorno a l’Eredità dopo la morte di Frizzi “Vorrei essere ovunque ma non qui…”

Ha la voce rotta dall’emozione. “Eccomi qua, in questo studio. Queste sono le chiavi che tante volte io e Fabrizio ci siamo scambiati.

Oggi tornano a me in maniera forzata”. Con queste parole Carlo Conti ha aperto la puntata di questa sera dell’Eredità a pochi giorni dalla scomparsa del suo amico e collega Frizzi.

“Lui era il pilota, io il copilota. Lui l’insegnante di ruolo, io il supplente” ha detto, facendo riferimento anche al fatto che già in passato l’aveva sostituito durante la malattia.

“Oggi vorrei essere in qualsiasi altra parte del mondo, escluso che in questo studio”.

“Le parole servono a poco, non sto a fare tanti discorsi – ha proseguito – dico solo grazie a questo studio che in questi mesi ha coccolato Fabrizio, lo ha supportato. Grazie alle professoresse, alla regia, ai nostri cameramen, al trucco, al parrucco e a tutti voi. Grazie”.

Risultati immagini per carlo conti

“Le parole servono a poco” ha ribadito, sottolineando a malincuore che “lo spettacolo deve continuare”.

“Entrino i concorrenti” e la trasmissione è cominciata tra il plauso e la commozione di tutti, anche del pubblico.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche