Condividi

La comandante della Sea Watch Carola Rackete accusa Matteo Salvini di aver “violato i diritti umani” ma non solo, avrebbe anche detto del vicepremier di essere “irrispettoso e inappropriato per un politico di alto livello”

E’ tornata a parlare pubblicamente Carola Rackete, dopo sei giorni dal ‘fattaccio’. Come noto, arresto non convalidato dal gip di Agrigento, Carola Rackete che ha rilasciato interviste a diversi giornali internazionali.

“Mi sono sentita lasciata sola dalla Germania” avrebbe detto la comandante. Oltre Salvini, non risparmia silurate neanche al governo tedesco: “Mi sono sentita lasciata sola. La mia impressione è stata che a livello nazionale e internazionale nessuno volesse davvero aiutare. Si sono sempre passati la patata bollente, mentre avevamo ancora 40 sopravvissuti a bordo. Ha fallito il ministro dell’Interno, Horst Seehofer, che non aveva alcun desiderio di accettare le offerte delle città” di ospitare i migranti a bordo della nave.

Come noto però, l’obiettivo principale di Carola Rackete non è il solo Ministro Salvini ma l’Europa intera, nella gestione dell’affare migranti: “fallimento dell’Ue – precisa -, non persone come me che si trovano in prima linea per caso. Non ho fatto altro che sostituire un collega” che avrebbe inizialmente dovuto prendere il comando della nave umanitaria.

“Spero che il mio gesto porti a soluzioni concrete in Europa per i migranti. Decine di città erano disposte a ospitare queste persone, e dovrebbero essere libere di farlo senza che i governi nazionali le ostacolino. Per quanto mi riguarda, spero di tornare presto al mare, perché è lì che c’è bisogno “.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteAggredito alle spalle a colpi di machete, arrestati 4 nigeriani
Prossimo articoloDue poliziotti sono stati presi a morsi da due nigeriani durante un intervento