Condividi

Ennesimo capitolo SeaWatch: Salvini querelato per istigazione a delinquere e diffamazione, almeno secondo quanto riporta il quotidiano Il Mattino.

Sarebbe stato l’avvocato di Carola Rackete a svelare la particolare iniziativa giudiziaria nei confronti del ministro dell’Interno: “le parole utilizzate dal ministro in questi giorni nei confronti della mia assistita la stanno esponendo ad eventuali aggressioni: una vera e propria istigazione a delinquere che arriva da un ministro della Repubblica.

Un invito a farle del male, mi domando come mai nessun componente del governo abbia preso le distanze da queste parole che mi spingo a definire disgustose”. Lo ha spiegato l’avvocato Alessandro Gamberini a l’ANSA.

La risposta del ministro, come presumibile, non si è fatta attendere: “infrange leggi e attacca navi militari italiane, e poi mi querela. Non mi fanno paura i mafiosi, figurarsi una ricca e viziata comunista tedesca! Bacioni”.

Altro capitolo la questione legata alla decisione presa dal GIP: il presidente dell’associazione nazionali magistrati Luca Poinz, intervistato da Radio Anch’io, ha affermato che il ministro “ha tutti i titoli per poter criticare una decisione della magistratura ma deve spiegare perché è sbagliata e ancora non abbiamo sentito una sola valutazione sul perché quella decisione sia sbagliata: è stravagante che sino a qualche giorno fa il magistrato politicizzato era il procuratore di Agrigento e ora il nemico sia diventato il giudice”.

Altra replica dal Viminale: “non ho nemici, solo alleati per la difesa della legalità, della sicurezza e del benessere del mio Paese. E attentare alla vita di militari italiani non è qualcosa che può rimanere impunito”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteLancia la compagna dal balcone, la salvano i Carabinieri attutendone la caduta
Prossimo articoloNuove orrore scoperto dai Carabinieri: bimbi dell'asilo presi a schiaffi dalla maestra