Condividi

Sulla carta d’identità dei minorenni torneranno le diciture «madre» e «padre» anziché quella generica di «genitore». Firmato dal Ministero dell’Interno, da quello della Pubblica Amministrazione e da quello dell’Economia, il decreto — pubblicato in Gazzetta Ufficiale — porta la data del 31 gennaio 2019. Il provvedimento modifica il testo del decreto del 23 dicembre 2015, con il quale si introduceva la dicitura «genitori».

IL PROVVEDIMENTO

Lo scorso novembre era stato lo stesso Ministro Salvini a proporre il reintegro di «padre» e «madre» («Noi andiamo avanti! Non c’è “#privacy” che tenga!», ndr), prendendosi il «no» non solo dell’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e del Garante della Privacy, ma anche degli alleati di governo del Movimento 5 Stelle. La sindaca di Torino, Chiara Appendino, per esempio, aveva dichiarato: «Noi rimaniamo dell’idea che sia giusto il passo in avanti che si è fatto e che la posizione di Salvini sia un passo indietro. Noi continueremo per la nostra strada e non faremo marcia indietro».

Il provvedimento era stato bocciato anche dal Garante della Privacy, Antonello Soro. Il 24 novembre 2018, infatti, Soro, nel parere richiesto dal Governo, aveva scritto: «La modifica introdotta dal decreto si è rivelata inattuabile in alcune ipotesi, con gli effetti discriminatori che necessariamente ne conseguono per il minore. Per esempio, nei casi nei quali egli sia affidato non al padre e alla madre biologici, ma a coloro i quali esercitino — secondo quanto previsto dall’ordinamento — la responsabilità genitoriale a seguito di trascrizione di atto di nascita formato all’estero, sentenza di adozione in casi particolari o riconoscimento di provvedimento di adozione pronunciato all’estero».

Plauso, invece, era arrivato dal ministro leghista della Famiglia Lorenzo Fontana: «Bravo Matteo sulle cose giuste si va avanti!».

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteBollo auto, multe e spazzatura: la nuova rottamazione del Governo
Prossimo articoloSan Cesario sul Panaro, muore a 20 anni in un incidente stradale: "Voleva farsi una famiglia"