Condividi
 L’Italia ha deciso che avrà un sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alle politiche spaziali ed aerospaziali.
La commissione Industria del Senato ha approvato il ddl per lo sviluppo del settore aerospazio, dando ai relatori (Salvatore Tomasselli del Pd e Paola Pelino di FI) il mandato di riferire in aula. Il testo prevede l’istituzione di un Comitato interministeriale per le politiche relative allo spazio e alla ricerca aerospaziale e la figura di un nuovo sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega alle politiche spaziali e aerospaziali.
Come riporta Il Tempo, l’iter del ddl, iniziato a giugno 2014, è proceduto a rilento a causa di motivi inerenti agli oneri legati al provvedimento e al relativo parere della commissione Bilancio, portando ad una stesura di tre differenti versioni. Alla luce di questa scelta, c’è solo una domanda, che risulta essere anche la più ovvia: perché tutto ciò? Già, in Italia – si fa sommessamente notare – ci sarebbero ben altre priorità che avere un sottosegretario nello spazio.
Eppure la casta, moltiplicatrice di poltrone per vocazione, ha trovato tempo, spazio e modo per inventarsi anche questa carica.
LiberoQuotidiano
Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteRegno Unito, nell'ovetto Kinder un ago: la denuncia di una madre
Prossimo articoloAutomobilista scende dalla macchina in galleria, finisce malissimo