Condividi

Castel Gandolfo – “Quel palazzo a me non serve. Apritelo pure al popolo”. E così da domani la residenza estiva dei pontefici, la reggia di Castel Gandolfo, sarà visitabile anche nella parte più privata, gli appartamenti pontifici. Un percorso, quello studiato dai musei vaticani, che ha rispettato fino in fondo l’anima del luogo.

Nulla è stato toccato o alterato, in modo che i visitatori potessero vedere la quotidianità dei pontefici nel luogo in cui vivevano durante il periodo estivo fino a Benedetto XVI. Colpisce la semplicità degli ambienti, lo studiolo del segretario con una piccola scrivania di legno e una lampada ordinaria, poi lo studiolo del Papa dotato di un tappeto e una scrivania di più massiccia, sotto una resurrezione del XVII secolo.

Infine la camera da letto, dignitosa ma modesta, con un letto da una piazza e mezzo d’ottone, un copriletto di velluto, i comodini con il ripiano marmo, proprio come quelli che si possono trovare ancora nelle stanze delle nonne.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteVIOLENTISSIMA SCOSSA DI TERREMOTO MAGNITUDO 6.2, EVACUATI PALAZZI! TUTTI I DETTAGLI
Prossimo articoloLA TRAGEDIA CHE SCONVOLGE L'ITALIA INTERA! SCONTRO FRONTALE, E' MORTA! PROPRIO LEI. NOTIZIA APPENA ARRIVATA