Catania, approda la Sea Watch: migranti in festa

La Sea Watch è arrivata nel porto di Catania, attraccando nel molo di Levante. La nave, rimasta bloccata per sei giorni al largo di Siracusa con 47 migranti, era salpata attorno alle 5:30, dopo che la partenza, nella tarda serata di mercoledì, era stata rimandata a causa di un guasto tecnico. Le persone a bordo saranno distribuite tra 9 Paesi Ue, tra cui l’Italia.

MIGRANTI IN FESTA

Dopo l’attracco nel molo di Levante, i migranti a bordo hanno festeggiato abbracciandosi tra di loro e abbracciando anche i componenti dell’equipaggio della nave della Ong tedesca battente bandiera olandese. Alcuni di loro indossano la maglietta della Croce Rossa Italiana. Dall’altra parte del molo qualcuno ha esposto uno striscione con la scritta: “Stop the attack on refugees”, basta attacchi ai rifugiati.

Grande emozione durante lo sbarco dei 47 migranti a bordo della Sea Watch. La loro discesa dalla scaletta nella nave è stata accompagnata dagli applausi dei componenti l’equipaggio dell’Ong.

I MINORENNI AFFIDATI AL FAMI

I 15 minorenni non accompagnati sbarcati dalla Sea Watch saranno accompagnati in un’unica struttura per la loro accoglienza che aderisce al Fondo asilo migrazione e integrazione del ministero dell’Interno. La notizia è confermata dal Tribunale per i minorenni di Catania che ha nominato i tutori per ciascun ragazzo e al quale da adesso spettano tutte le decisione per la loro tutela. “Al nostro Tribunale – rivela il presidente Maria Francesca Pricoco – sono arrivate da tutta Italia domande di persone disponibili a fare loro da tutore, ma le nomine sono state già fatte e sono esecutive”.

“Siamo contenti che il calvario sia finito per i nostri ospiti. Auguriamo loro il meglio”, scrive su Twitter la Ong Sea Watch. “Speriamo che l’Europa possa accoglierli e permettergli di vivere come meritano”, aggiunge.

IL “LEGAL TEAM”

Attentato alla costituzione, abuso in atti di ufficio, sequestro di persona, violenza privata, tortura: sono gli eventuali profili di reato che la Procura di Siracusa è stata invitata a esplorare con un esposto a carico del ministro dell’Interno Matteo Salvini sul caso della Sea Watch. L’iniziativa, partita formalmente da Torino, è dell’associazione “Lasciateci entrare” e di un gruppo di avvocati del Legal Team italia. Tra i firmatari compare anche l’europarlamentare Eleonora Forenza.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche