Condividi

Cellulare alla guida, salta il ritiro della patente: polemiche contro il governo

La norma sul ritiro immediato della patente per chi guida utilizzando il cellulare è stata stralciata. “Vergognoso il dietrofront del governo, che in primavera annunciava roboante ‘ritiro’ e poi come è tradizione Pd, la misura si è rilevata un bluff”, dichiarano i parlamentari del Movimento 5 Stelle di Camera e Senato delle Commissioni Trasporti.

Il M5S presenterà “un emendamento ad hoc in Aula, a tutela della vita e della salute dei cittadini”. Già lunedì l’Associazione sostenitori della Polstrada strigliava il governo per la retromarcia denunciando: “E’ sparita l’invocata sospensione della patente di guida alla prima violazione di guida con il cellulare.

Invece va prevista da subito, perché sulla strada si continua drammaticamente a morire”. Sulla modifica dell’art.173 del Codice della strada, il presidente Asaps Giordano Biserni ha affermato: “La previsione della sospensione alla prima violazione e non alla seconda nei due anni, com’è stabilito nell’attuale stesura, è scomparsa dal provvedimento di modifica del CdS in discussione alla Commissione Trasporti della Camera”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteTrovata ragazza impiccata, è Angela Picone, scomparsa qualche giorno fa
Prossimo articoloGoverno, si dimette il ministro Costa: Gentiloni assume l'interim