Torino, centinaia di persone scendono in strada, quasi tutte senza mascherina

Torino, Corso Giulio Cesare, la stessa zona che negli scorsi giorni è stata protagonista sui quotidiani nazionali a causa di alcune tensioni tra forze dell’ordine e anarchici.

E’ la volta di una rissa, nel pomeruiggio di ieri Domenica 3 Maggio, stando a quanto riporta la redazione locale di repubblica, causa del tentativo di rubare una bicicletta.

In seguito al fatto sarebbero scese in strada decine e decine di persone senza alcun dpi. La folla, ai lati della strada, si è radunata per assistere all’ennesimo evento in cui sarebbero intervenute una decina di volanti della polizia per sedare la lite e riportare la calma.

LEGGI ANCHE: Torino, antagonisti contestano poliziotti impegnati in un arresto: “Diffondono il coronavirus”

L’episodio è stato denunciato dal presidente della circoscrizione 7 Luca Deri, che chiede presidi fissi: “Siamo ancora in Fase1 ma oggi pomeriggio si è scatenata una rissa in corso Giulio Cesare all’altezza di via Bra con prolungamento verso corso Novara per non ben precisati motivi.

Sono intervenute una decina di volanti della Polizia di Stato. Ma è inqualificabile che in Aurora possano succedere queste situazioni. Ed è la terza volta che succede negli ultimi 15 giorni. Chiediamo dei presidi fissi delle forze dell’ordine nei punti nevralgici del Quartiere”.

“Situazioni simili sono inaccettabili e rischiano di compromettere i mesi di sacrifici e chiusure delle attività che abbiamo dovuto subire – ha commentato l’assessore regionale alla Sicurezza Fabrizio Ricca – Siamo ancora in emergenza sanitaria per colpa del coronavirus, ma i cittadini di Barriera di Milano continuano a segnalarci assembramenti enormi di persone che si radunano in strada. Non possiamo che ringraziare le forze dell’ordine intervenute sul posto per ristabilire l’ordine, uomini e donne che ogni giorni rischiano la loro incolumità per tutti noi”.