Condividi

Cremona, chiusi per prostituzione tutti i centri massaggio cinesi

Per la prima volta in Italia, la polizia ha prima perseguito i locali come “luoghi sospetti” e soltanto dopo i titolari, per evitare così le veloci cessioni di licenze

Tutti i nove centri di massaggi cinesi di Cremona sono stati chiusi perché al loro interno si esercitava la prostituzione. L’operazione è stata condotta dalla polizia che, per la prima volta, ha perseguito prima i locali come “luoghi sospetti” e soltanto dopo i titolari.

Questo per evitare le veloci cessioni di licenze che, come accaduto in passato, complicavano il sequestro. Il blitz è scattato venerdì e ha visto impegnati una cinquantina di agenti.

Nei locali gli investigatori hanno trovato situazioni igieniche gravemente compromesse, numerose violazioni in tema di tutela della sicurezza sui luoghi di lavoro e frigoriferi colmi di prodotti alimentari scaduti o marci.

Soltanto a seguito dell’ispezione degli ambienti, gli agenti hanno potuto accertarne la trasformazione in case d’appuntamento. Elemento che ha portato alla chiusura di tutti i centri massaggi cinesi della città lombarda.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteTiene legato un pitbull impedendogli di poggiare le zampe a terra
Prossimo articoloPolizia in lutto, addio a Daniele. I colleghi: "aveva sempre una parola buona per tutti"