Centro massaggi, mogli in rivolta: “altro che trattamenti di bellezza”

Altro che massaggi, il sospetto è sempre il solito: dietro quelle vetrine spesso nascondono saloni a luci rosse con giri di prostituzione.

E’ il caso di Nuoro raccontato da La Nuova Sardegna “siamo entrati lì con mio marito pensando di fare un trattamento, e invece a lui hanno proposto ben altro” spiega una signora agli albori di un’indagine partita nel 2014 e portata avanti da Polizia e Procura.

In questi giorni il processo a cinque persone, proprio in seguito a quell’indagine, con accuse di riciclaggio e sfruttamento della prostituzione.

“Dopo vari appostamenti in più occasioni abbiamo visto le donne uscire dal centro massaggi e andare a versare i soldi negli uffici postali” – hanno testimoniato in tribunale, nelle scorse ore gli agenti della squadra mobile

“Dopo appostamenti e aver sistemato tre telecamere nascoste nelle salette del centro e nella reception abbiamo appurato che il centro veniva utilizzato esclusivamente per prestazioni sessuali e abbiamo documentato anche il passaggio di denaro”