Condividi

Il governo italiano e i cittadini tutti hanno celebrato in queste ore l’arresto di Cesare Battisti ricercato per l’ estradizione. Battisti, come noto è stato trovato in Bolovia e come spiega anche la Polizia di Stato attraverso la pagina ufficiale di Facebook, all’orperazione ha partecipato un team qualificato di poliziotti italiani assieme alla polizia boliviana che ha individuato e catturato in Bolivia Cesare Battisti. “Nell’operazione – si legge – è stato fondamentale l’operato dei poliziotti della Criminalpol-Servizio di cooperazione internazionale di polizia S.C.I.P., di quelli della Direzione centrale della polizia di prevenzione e della Digos di Milano, in collaborazione con l’intelligence italiana

Il terrorista italiano – scrive il giornale brasiliano Veja – è stato arrestato a Santa Cruz de La Sierra, in Bolivia, nella notte di sabato 12. Non è ancora noto come sarà l’estradizione, se verrà in Brasile per primo o se seguirà direttamente in Italia.

Leggi anche:  Guardia giurata uccide un rapinatore, l'intero paese lo festeggia - GUARDA

Filipe Martins, consigliere speciale della Presidenza della Repubblica per gli affari internazionali, ha detto che Battisti dovrebbe essere portato in Brasile e poi estradato in Italia. “Il terrorista italiano Cesare Battisti è stato arrestato in Bolivia questa sera e sarà presto portato in Brasile, da dove verrà probabilmente portato in Italia, così potrà scontare l’ergastolo

Il ministro degli Interni italiano, Matteo Salvini, ha ringraziato il presidente Jair Bolsonaro per la sua collaborazione, così come le autorità boliviane, e ha detto che Battisti è “un criminale che non merita una vita comoda sulla spiaggia, ma finisce i suoi giorni in prigione”.”Il mio primo pensiero va ai parenti delle vittime di questo assassino, che per troppo tempo ha goduto di una vita che ha strappato in modo vistoso agli altri, protetto dalla metà sinistra del mondo”, ha detto Salvini. Il ministro della Giustizia italiano Alfonso Bonafede ha detto che il fuggitivo “sarà ora consegnato in Italia” per adempiere alla sua condanna: “Chi ha torto deve pagare, e anche Battisti pagherà”.

Leggi anche:  Rebecca è scomparsa, ha solo 15 anni: "Aveva meno di venti euro nel portafoglio, nessuno può averla ospitata..."

Battisti è arrivato in Brasile nel 2004, dove è stato arrestato tre anni dopo. L’italiano è stato rilasciato dal Penitenziario Papuda a Brasilia il 9 giugno 2011. È stato nuovamente arrestato a ottobre 2017 nella città di Corumbá, nel Mato Grosso do Sul, vicino al confine con la Bolivia.

Secondo la Federal Highway Police (PRF), ha cercato di lasciare il paese illegalmente con circa 25.000 reais in valuta estera. Dopo il suo arresto, Battisti è stato detenuto per misure precauzionali.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedente"Esserci sempre": 85enne in un lago di sangue, la salvano due poliziotti
Prossimo articoloChi era Andrea Campagna, il poliziotto proletario ucciso da Cesare Battisti

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.