Charlie, ancora un po’ di tempo per i genitori. L’appello del Papa su Twitter

Ancora non è stata staccata la spina dei macchinari che tengono in vita il piccolo Charlie Gard, affetto da una rara malattia incurabile, che provoca terribili sofferenze. I genitori del bambino di 10 mesi potranno trascorrere ancora un po’ di tempo con lui, come riferiscono dal Great Ormond Steeet Hospital di Londra, dove Charlie si trova ricoverato.

Martedì i due genitori avevano perso il loro appello finale per portarlo negli Usa dopo che la Corte europea dei diritti dell’uomo si era detta d’accordo con la decisione britannica di interrompere il supporto vitale a un bambino con una grave malattia genetica.