Maximulta fino a 200 euro per chi viene trovato senza biglietto sui mezzi pubblici

Una vera e propria stangata per i furbetti e per i ‘portoghesi’, quella introdotta dalla manovra del governo in materia di correzione dei conti pubblici e approvata dal Senato lo scorso 15 giugno.

Una maximulta fino a 200 euro per chi viene trovato senza biglietto sui mezzi pubblici. Una misura volta a contrastare l’evasione che riguarda “gli utenti dei servizi di trasporto pubblico regionale e locale”. Tutti i passeggeri dei mezzi pubblici sono tenuti a munirsi di titolo di viaggio e a convalidarlo in occasione di ogni singolo accesso ai mezzi di trasporto utilizzati.

“La violazione di tali obblighi”, si legge nel testo legislativo, “comporta l’applicazione di una sanzione pecuniaria da definirsi con legge regionale. In assenza di legge regionale, la sanzione è pari a sessanta volte il valore del biglietto ordinario e comunque non superiore a 200 euro”.

leggo