Condividi

“Se fai il cuoco, lavori in tv, e non sopporti le disparità di trattamento, se odi le ingiustizie e la violenza, se hai studiato storia e non vuoi che si ripetano certe cose, in Italia non puoi dire la tua. Pensare e dissentire sono cose che fanno perdere cittadinanza e diritti”.

Chef Rubio commenta così, su Twitter, la polemica sollevata nelle scorse ore dopo che un suo tweet contro la polizia è stato aspramente criticato da Valter Mazzetti, Segretario Generale dell’Fsp Polizia di Stato.

Nel tweet ‘incriminato’, Rubio puntava il dito contro “le forze dell’ordine avvelenate o schierate” che non hanno “perquisito, schedato e/o gonfiato di botte” le persone scese in piazza lunedì durante la manifestazione di Fratelli d’Italia a Roma.

“Invece che dare lezioni di gestione dell’ordine pubblico, Rubio dovrebbe concentrarsi su pietanze e fornelli, dovrebbe pensare a spargere condimenti invece che odio verso migliaia di persone che servono lo Stato e i cittadini onestamente, – aveva risposto Valter Mazzetti, Segretario Generale dell’Fsp Polizia di Stato – a costo di sacrifici che certamente lui disconosce del tutto, e che garantiscono anche la sua sicurezza come quella degli altri”.

LEGGI ANCHE: I poliziotti rispondono a Chef Rubio dopo il post offensivo. FSP: “si concentri su pietanze e fornelli”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteSul palco tutta la rabbia dell'ex ministro dell'Interno Matteo Salvini "Se smontano Dl sicurezza pronto il referendum"
Prossimo articolo"La tassa sulla pipì è una bufala", il chiarimento dei tecnici

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.