Condividi

«La piccola mano fredda di Chiara, i suoi occhi terrorizzati e l’incredulità sui volti dei sopravvissuti. Queste sono le immagini che rimarranno per sempre scolpite nella mia memoria.

In ventidue anni di servizio non mi era mai capitato nulla di simile». Sono le parole di Pasquale Gagliardi, dirigente medico dell’elisoccorso regione Calabria, che ieri è stato tra i primi ad arrivare sul greto del torrente Raganello, nel Parco nazionale del Pollino, in provincia di Cosenza, dove a causa del maltempo, una piena ha travolto degli escursionisti che stavano visitando il canyon. Chiara ha perso il padre nella piena del torrente in Calabria

Da Qualiano (Napoli) venivano la docente Carmela Tammaro e l’impiegato Antonio Santopaolo, i genitori di Chiara, la bambina di 8 anni rimasta ferita e trasferita al Bambino Gesù di Roma e di un’altra piccola rimasta illesa.

A dare la tragica notizia della morte dei due coniugi è Raffaele De Leonardis, il sindaco di Qualiano che esprime “il più profondo cordoglio per le vittime e la vicinanza alle loro famiglie, con cui ci siamo messi già in contatto per assicurare tutto il supporto morale e materiale di cui ci sarà bisogno”. Il sindaco aggiunge inoltre che “al ritorno delle salme dopo gli esami autoptici verrà indetto un giorno di lutto cittadino”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteTragedia sul Pollino: tra le vittime Gianfranco Fumarola agente di Polizia Penitenziaria
Prossimo articoloTorino, spara in aria per spaventare ladro, gli sequestrano pistola