L’ammissione della chiesa inglese: “Abbiamo insabbiato gli abusi sui bambini”

“La Chiesa ha nascosto, piuttosto che cercare di aiutare coloro che sono stati abbastanza coraggiosi per denunciare – ha detto Welby – Questo comportamento è scioccante”. Il “papa” inglese ha inoltre manifestato la propria ammirazione per le vittime che hanno trovato il coraggio di portare alla luce la loro storia e ha condannato fermamente la condotta del vescovo Ball: “Non ci sono giustificazioni per ciò che è accaduto e per l’abuso della fiducia fatto in modo sistematico da Ball negli ultimi decenni”.

L’ex vescovo di Glouchester e Lewes, oggi 85enne, aveva abusato di diciotto ragazzi e dopo la condanna è stato rilasciato lo scorso febbraio dopo aver trascorso solo sedici mesi in carcere. Fra le figure ai vertici della chiesa maggiormente coinvolte c’è l’ex arcivescovo di Canterbury, George Carey, che si era ritirato nel 2002 e in passato aveva difeso più volte l’innocenza di Ball nonostante le numerose denunce da parte delle sue vittime.

today