Condividi

Uno dei giorni più belli della vita di tante famiglie è stato trasformato in tragedia, una giovane di 22 anni, incinta, sarebbe dovuta uscire dalla sala operatoria abbracciando il suo bimbo, almeno fino all’annuncio dei medici: la mamma, che era stata sottoposta a cesareo, non ce l’ha fatta, e con lei, prima, la bimba. Il personale dell’ospedale ha dovuto richiedere l’intervento delle forze dell’ordine per placare l’ira del padre e dei famigliari.

L’episodio drammatico si è verificato Martedì scorso in India, nella città di Botad, dove un dottore interrogato dalla polizia dopo un atroce dubbio, è stato sottoposto all’alcooltest al quale è risultato ubriaco. Gli sono stati inoltre prelevati campioni di sangue e quindi analizzate e tutta la documentazione consegnata all’autorità di competenza: sanità e tribunali. Adesso si attendono gli esami autoptici di mamma e bimba per capire i motivi dei due decessi

Qualunque siano gli esiti degli esami però risulta abbastanza evidente agli inquirenti che la responsabilità maggiore sia riconducibile al medico interrogato, il quale se fosse stato sobrio in grado di affrontare eventuali criticità l’intera vicenda avrebbe potuto prendere una piega diversa.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteGeorge Bush senior morto a 94 anni: era stato il 41esimo presidente Usa
Prossimo articoloI poliziotti penitenziari costretti ad usare le divise estive