Condividi

Assemblea pubblica di protesta dei pubblici esercizi di Roma in Piazza della Bocca della Verità. A spiegare i motivi della manifestazione, annunciata nei giorni scorsi, è Claudio Pica, presidente della Fiepet Confesercenti Roma, a nome anche delle altre associazioni federate: “C’è troppo degrado in città, ogni giorno ci vengono inviate foto che ne mostrano l’abbandono. Bisogna intervenire”.

E ancora: “Se alcune zone diventano aree pedonali dovrebbero essere concessi più tavolini all’aperto anche per poter assumere migliaia di giovani costretti a emigrare all’estero. Il piano attuale si sta rivelando troppo restrittivo”.

Leggi anche:  "Sì, ho scritto io quello striscione contro i migranti". Il grido di rabbia di una mamma sola

I pubblici esercizi lamentano “mancate risposta dalla giunta Raggi dopo 22 mesi dall’insediamento. Non ha emanato alcun provvediamo a tutela delle 20mila attività di pubblici esercizi – afferma Pica – Chiedevamo il nuovo testo unico dei pubblici esercizi con l’inserimento di un nuovo regolamento sull’occupazione di suolo pubblico ormai fermo da oltre 10 anni. Vogliamo regole che tengano in considerazione le mutate condizioni dell’economia. Per questo scendiamo in piazza come Fiepet Confesercenti insieme a Assoristoratori, all’associazione pubblici esercizi di Roma e Lupe.

Leggi anche:  Francia, lo sfregio dei pompieri a Macron: al suo arrivo voltano le spalle

Tutti insieme rappresentiamo l’80% dei pubblici esercizi. Chiediamo un inontro immediato alla Raggi e un confronto con i residenti che devono capire che il centro storico di Roma è patrimonio di tutti e non può essere usato solo dai quei pochi residenti rimasti”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteBambino di 9 anni viene rifiutato dalla scuola perché diabetico
Prossimo articoloTira il bimbo durante il parto e resta decapitato: la testa rimane nella pancia della mamma